Instagram Stories, la risposta di Facebook a Snapchat (ma non l’unica…)

Da oggi disponibile su Instagram, Stories è la risposta di Facebook al successo di Snapchat, l’app che consente di inviare messaggi, foto e video che si auto cancellano dopo un certo lasso di tempo,  in forte crescita nel mondo e anche in Italia soprattutto nella fascia di età compresa tra i 16 e i 24 anni.

Dopo aver tentato inutilmente l’acquisto di Snapchat (i due giovani fondatori sembra abbiano rifiutato nel 2013 un’offerta di acquisizione da tre miliardi di dollari), Facebook risponde con Instagram Stories. La piattaforma di partenza è la popolare app di condivisione foto e video acquistata da Facebook nel 2012 per circa un miliardo di dollari. L’idea è quella di sfruttare l’ampio target di Instagram a cui offrire le funzionalità di successo di Snapchat, prima che tutto il pubblico di riferimento arrivi su questa piattaforma. Così ora con Instagram Stories si possono anche pubblicare foto e video che si cancellano dopo 24 ore e a cui si possono aggiungere scritte e immagini colorate e divertenti. Inoltre, a differenza delle foto e dei video condivisi generalmente su Instagram, le storie non possono essere commentate e non possono ricevere alcun “mi piace”. Solo l’autore della storia può vedere i nomi di chi l’ha visualizzata.

Instagram Stories presentazione

 

Ma Instagram Stories non è l’unica risposta di Zuckerberg a Snapchat. Grazie all’acquisizione da parte di Facebook di Masquerade – la simpatica app che mette a disposizione una serie di maschere facciali, che si adattano perfettamente alla forma del nostro viso e si muovono seguendo i nostri movimenti – dalle prossime settimane gli utenti potranno avviare i video live su Facebook partendo dall’app che modifica i volti, potendo chiamare le maschere che desiderano mentre il video va in diretta.

Facebook persegue così la strategia che finora si è rivelata vincente: acquisire le nuove piattaforme di successo o implementare sui propri social le funzionalità che più piacciono agli utenti.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *